Gruppi stimolazione cognitiva2018-10-02T08:38:42+00:00

Gruppi di stimolazione cognitiva

La demenza, di cui la malattia di Alzheimer rappresenta la variante più frequente, è una condizione degenerativa che comporta la perdita progressiva delle funzioni cognitive, quindi della capacità di rievocare informazioni (memoria), l’abilità di concentrarsi e passare agevolmente da un’attività all’altra (attenzione), la facilità con cui si riesce ad intrattenere una conversazione, selezionando correttamente i termini più appropriati (linguaggio).

A queste difficoltà spesso si accompagnano modificazioni dell’umore (apatia e depressione) e del comportamento (irritabilità, aggressività) e talvolta anche cambiamenti rilevanti a carico delle normali funzioni vegetative (appetito e sonno). Al momento attuale non esiste una terapia farmacologica in grado di modificare, invertendolo, il decorso della malattia. I farmaci attualmente a disposizione degli specialisti neurologi e geriatri hanno tutt’al più l’effetto di rallentare il normale decorso della malattia, ma non ci sono evidenze solide a favore di un miglioramento sulle capacità cognitive e funzionali.

Al contrario, negli ultimi anni, sempre più enfasi è stata attribuita alle terapie non-farmacologiche delle demenze. Tra queste, la Stimolazione Cognitiva costituisce uno degli interventi di elezione in tutti i casi di diagnosi di decadimento lieve e/o moderato. La Stimolazione Cognitiva è, inoltre, l’unico trattamento consigliato dal NICE (National Institute for Health and Care Excellence, 2015).

L’intervento che proponiamo è basato principalmente sul protocollo del Programma Base della Cognitive Stimulation Therapy (CST) di Spector, Orrell e colleghi (2001, 2003), strumento strutturato, validato e condiviso, e poi integrato con materiali e attività ad-hoc e calibrati sulla base dei singoli partecipanti.

Obiettivi generali

La finalità è quella di contrastare il naturale depauperamento della riserva cognitiva, favorendo il potenziamento cognitivo e un buon mantenimento della funzionalità mentale. L’intento è quello di favorire la possibilità, per la persona con iniziali difficoltà cognitive, di acquisire il controllo, fare delle scelte, e mantenere il senso di ‘essere un individuo’. Favorendo un ambiente che sia il più possibile stimolante, ma anche rassicurante, mantenendo un livello di richiesta ottimale, si contribuirà ad aumentare le possibilità per la persona di avere ed esperire il successo, contribuendo a rafforzare apprendimento, divertimento e autostima.

Obiettivi specifici

  • mantenere la mente delle persone attiva e impegnata riattivandola, attraverso la proposta di esercizi e attività che promuovano l’orientamento, che sfruttino i ricordi del passato e la memoria autobiografica, ma anche che promuovano l’emergere di nuove idee, pensieri e associazioni;

  • potenziare il linguaggio, non solo attraverso esercizi dedicati ma anche tramite le occasioni di conversazione che emergono spontaneamente all’interno del gruppo;

  • costruire e rafforzare relazioni con i pari, attraverso l’ascolto e il confronto dei membri del gruppo, andando a contrastare la tendenza all’isolamento, all’apatia e al ritiro sociale che spesso coincidono con l’insorgere delle prime difficoltà cognitive.

Tempi e Durata

Si articola in incontri bisettimanali per un periodo di 7 settimane. Ogni incontro mantiene una strutturazione standard che si ripete nell’arco delle settimane pur variando temi, argomenti ed attività. Lo scopo di mantenere una struttura fissa risiede nel rendere il percorso prevedibile per l’utente, in modo da assicurare continuità e coerenza.

Al percorso di stimolazione cognitiva si affiancano incontri di gruppo di caregiver famigliari con una psicologa esperta di Invecchiamento con la finalità di approfondire la tematica del decadimento cognitivo, condividere le difficoltà di gestione e interazione, migliorare la consapevolezza, ottimizzare le strategie di coping e potenziare le risorse emotive nel tentativo di ridurre lo stress.

Destinatari

Il percorso di Stimolazione Cognitiva di Gruppo è indicato per utenti con una diagnosi di Decadimento Cognitivo Lieve – Moderato. Verranno formati gruppi omogenei di max 4-5 partecipanti.

Costi

Il costo del percorso di 14 incontri è di 490 euro (35 euro ad incontro), comprensivo dei materiali di lavoro. Il costo per il percorso di gruppo di caregiver famigliari è di 150 euro (25 euro ad incontro).

Prenota un Appuntamento

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni riguardo a temi specifici, contattarci o richiedere un appuntamento compilate il modulo presente all’interno della pagina Contatti.

Per Appuntamenti

Contatti

Via Aldo Fedeli 40A, San Michele Verona 37132

Phone: +39 045 8922166

Articoli recenti