Stress Post Traumatico2019-05-20T10:49:07+00:00

CMP San Michele

Stress post traumatico

La segreteria è attiva dalle ore 9:00 alle ore 20:00 tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì.
Tel. Segreteria CMP: 045 89 22 166

Per comprendere meglio quali potrebbero essere i percorsi terapeutici all'interno dell'area psicologia e psicoterapia del Centro CMP la prima consulenza psicologica è gratuita.

Che cosa si intende per trauma?

Un’esperienza di particolare gravità

La parola trauma deriva dal greco e significa danneggiare, ledere, lacerare e fa riferimento agli effetti di uno shock violento sull’organismo. Il trauma rappresenta un’esperienza di particolare gravità che compromette il senso di stabilità fisica e psichica di una persona. Si tratta di un evento o più eventi ripetuti nel tempo estremamente stressanti che producono reazioni emotive e corporee talmente forti che non sempre il cervello riesce ad elaborare, generando sofferenza e compromissione della vita quotidiana.

Tipi di trauma

Malesseri generali

Sono diversi gli eventi che potenzialmente possono scatenare un trauma psicologico:

  • Eventi come incidenti gravi, malattie che minano l’integrità della persona, alluvioni, terremoti, atti di terrorismo, violenze o abusi sessuali possono concorrere alla allo sviluppo e mantenimento di un Disturbo da Stress Post-Traumatico
  • Anche esperienze ripetute di trascuratezza nell’accudimento, l’aver subito violenza verbale o fisica durante l’infanzia, l’aver subito bullismo, aver perso una relazione importante o la perdita improvvisa del lavoro possono influire notevolmente sul senso di valore personale, sulla sicurezza e senso di autoefficacia.

Solitamente, per questo ultimo tipo di traumi non si hanno ricordi chiari di episodi specifici, ma solo sensazioni o memorie molto vaghe che nella vita presente si possono manifestare attraverso malesseri generali di vario tipo come attacchi di panico, ossessioni, fobie, dolori cronici, ansia, depressione, nervosismo, oppure sensazione cronica di perdita, etc..

Il disturbo da stress-post traumatico

Conseguenza di un evento stressante e traumatico

Il disturbo da stress post-traumatico ha un’incidenza tra il 5% e il 10% della popolazione e si sviluppa in seguito all’esposizione di un evento stressante e traumatico che la persona ha vissuto direttamente, o a cui ha assistito e che ha implicato una minaccia all’integrità fisica e psicologica propria o di altri.

La persona prova intensa paura, senso di impotenza e/o orrore; sono inoltre presenti i seguenti sintomi:

  • Ricordo dell’evento attraverso immagini, pensieri, incubi, sensazione di rivivere l’esperienza. Nei bambini questo può esprimersi attraverso giochi ripetitivi in cui vengono espressi temi o aspetti riguardanti il trauma, disegni e/o sogni spaventosi senza un contenuto riconoscibile.
  • Evitamento degli stimoli legati all’evento come attività, luoghi o persone che potrebbero evocare ricordi legati al trauma.
  • Riduzione dell’interesse per gli altri o verso attività che prima dell’evento procuravano piacere.
  • Difficoltà ad addormentarsi, incubi, ipervigilanza, difficoltà di concentrazione.
  • Irritabilità, aggressività, idee o aspettative negative su se stessi, gli altri o sul mondo in generale come “sono cattivo” “il mondo è pericoloso”.

I sintomi del disturbo da stress post-traumatico possono insorgere immediatamente dopo il trauma o anche dopo molto tempo, con esordio tardivo e la sua durata può variare da un mese alla cronicità; è proprio per questo motivo che si rende necessario un intervento tempestivo.

Come intervenire? Il trattamento EMDR

Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari

Una delle metodiche recentemente sviluppate che si è dimostrata più efficace per l’elaborazione del trauma è l’EMDR (desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari). L’EMDR è una tecnica psicoterapeutica ideata da Francine Shapiro nel 1989. Questa tecnica sfrutta i movimenti oculari alternati, o altre forme di stimolazione alternata destra/sinistra provocando una migliore comunicazione tra gli emisferi cerebrali.

Qual è il principio di fondo della terapia EMDR?

Interruzione del normale modo di processare l’informazione

La ricerca ha dimostrato che a seguito di un evento stressante c’è un’interruzione del normale modo di processare l’informazione da parte del cervello; le informazioni relative al trauma non si integrerebbero con il resto delle esperienze, bensì rimarrebbero bloccate con immagini, suoni, odori, pensieri, emozioni e sensazioni corporee che sono state vissute al momento dell’evento; l’elaborazione, quindi, si congela. L’esperienza stressante si blocca, non viene trasformata in un normale ricordo e provoca pertanto intensa sofferenza psicologica.

A chi e rivolto?

Tecnica psicoterapeutica EMDR

Esso è particolarmente indicato per chi:

  • Ha subito piccolo o grandi traumi da bambino (abbandono, violenza fisica/verbale, abuso sessuale)
  • Ha vissuto esperienze comuni stressanti (lutti, malattia, aborti, conflitti coniugali, bullismo)
  • È sopravvissuto o ha assistito a eventi traumatici estremi (terremoti, incidenti gravi, suicidi, omicidi)
  • Lavora a stretto contatto con il pericolo (soccorritori, poliziotti, medici, etc..)

Come agisce l’EMDR?

Azione sugli eventi

L’EMDR agisce proprio sugli eventi “congelati, bloccati”, riattivandone l’elaborazione. Durante la seduta EMDR il paziente rimane sempre cosciente e vigile e, attraverso la stimolazione oculare associata con l’immagine traumatica, le convinzioni negative, le emozioni e le sensazioni corporee spiacevoli ad essa associate, avviene la rielaborazione dell’informazione fino alla completa risoluzione dei sintomi.

Pagina EMDR

Quali sono gli effetti di un trattamento EMDR?

Conseguenza di un evento stressante e traumatico

Con le sedute EMDR i ricordi disturbanti legati all’evento traumatico subiscono una desensibilizzazione e perdono la loro carica negativa. Il cambiamento è molto rapido, indipendentemente dagli anni che sono passati dall’evento; l’immagine cambia nei contenuti e nel modo in cui si presenta; i pensieri intrusivi in genere si attutiscono e le emozioni e le sensazioni fisiche si riducono di intensità. Chi ha fatto terapia con EMDR riferisce di sentire il ricordo dell’esperienza traumatica come parte del passato e il ricordo cambia nei contenuti e nel modo in cui si presenta, come se esso fosse vissuto con più distacco e con una ridotta attivazione emotiva.

Durata di un trattamento EMDR

Non è facile prevederne la durata; dipende dal tipo di problema, dalle circostanze di vita, dal numero di eventi traumatici subiti e dalla loro entità; può comprendere al massimo 4-5 sedute, configurandosi pertanto come intervento breve o richiedere più tempo, in particolare se si è in presenza di di problematiche compresse, cui non è facile accedere.

Efficacia di un trattamento EMDR

Dal 1989 , anno della sua scoperta, ad oggi, sono stati effettuati numerosi studi sull’efficacia dell’EMDR che ne raccomandano la sua applicazione in ambito clinico, in particolare con pazienti con Disturbo da Stress Post-Traumatico. Nel 2000 la Society for Traumatic Stress Studies lo ha inserito nelle sue linee guida come la terapia più supportata dalla ricerca per far elaborare il trauma psicologico.

I professionisti che trattano lo stress post-traumatico

Area Psicologia e Psicoterapia CMP San Michele

  • Dott.ssa Giulia Peroni
  • Dott.ssa Valeria Colavito
  • Dott. Raffaele Ettrapini
  • Dott.ssa Francesca Spadolini
  • Dott.ssa Katia Tinazzi

Centro di riferimento a Verona in ambito psicologico e psicoterapeutico.

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni riguardo a temi specifici, contattarci o richiedere un appuntamento compilate il modulo presente all’interno della pagina Contatti.

Come contattarci

Per prenotare una visita

Centro prenotazioni

Dal lunedì al venerdì
dalle 9.00 alle 20.00.
Il Sabato su appuntamento.

045 89 22 166

Via Whatsapp

Nel testo del messaggio scrivi nome,
cognome e la prestazione richiesta.
Sarai ricontattato il prima possibile.

Nel testo del messaggio scrivi nome, cognome e la prestazione richiesta. Sarai ricontattato il prima possibile.

351 844 84 25

Via Mail

Nel testo del messaggio scrivi nome, cognome,
numero di telefono e la prestazione richiesta.
Sarai ricontattato il prima possibile.

Nel testo del messaggio scrivi nome, cognome, numero di telefono e la prestazione richiesta. Sarai ricontattato il prima possibile.

info@cmpsanmichele.it

Tecnologie utilizzate
Ricerca e Sviluppo

Collaborazione scientifica nello sviluppo dell'applicazione Sigmood.

Centro
CMP San Michele

Il centro CMP San Michele si prende cura della vostra salute e del vostro benessere con uno staff di specialisti pronti ad accogliervi con il sorriso.

Professionalità e cortesia sono gli aggettivi che caratterizzano il centro CMP San MIchele.

Covenzionati con l'università di Padova.

Prima consulenza
psicologica gratuita

Collaboriamo con
Sigmood Magazine

Contatti

Via Aldo Fedeli 40A, San Michele Verona 37132

Phone: +39 045 8922166

Articoli recenti